12188926_1184728218220511_90222872921006999_nPresso “Corto Maltese”, al Poetto, dalle 18 in poi

Da Racconti della mala cagliaritana, accompagnato dalla chitarra di Marco Floris, leggerò il secondo, Tzacca stradoni!, che parla di Guido Su Para, un omaccione bisunto che dopo aver studiato giurisprudenza preferì cambiare professione e diventare collettista, ovvero organizzare la colletta affinchè il morto di turno potesse avere la sua corona o cuscino di fiori. Purtroppo, a fine questua, gli capitava di passare sempre davanti alla bettola di Pino Sa Cagagna e lì erano guai! Infatti ne usciva sempre a quattro zampe, imbriagu che a una spòngia, e con le tasche vuote…

Menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi